Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”




Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..






“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


Monday, October 25, 2010

Discariche in Sicilia



Due ispettori dell'assessorato Territorio Ambiente Regione Sicilia, in mattinata hanno fatto VISITA all'Ufficio Tecnico Comunale di Isola delle Femmine
*NELSON - Un nuovo grande Paolo Conte

*La mitezza non è più una virtù

*IL nuovo piano Rifiuti Regione Sicilia

*Ville e Società off-shore di Berlusconi

*UN Comune gestito dalla MAFIA

*Il boss milionario aveva il sussidio
*ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DELLA F.I.O.M.
*PASOLINI CATANIA 'LA CITTÀ È UNA GOMORRA FEROCE'
*RIFIUTI - IN SICILIA SI CAMBIA?
*ANNO ZERO si farà
*L'isola Ecologica a Isola? Un vero affare! Creare l'emergenza
*Ci Chiami "Zoccole"
*Ciao Sarah e un Ciao alle tante altre.............
*Rifiutiamo i Rifiuti dell'amministrazione
*A quando la differenziata? Bugiardoni! Bugiardoni! Bugiardoni! Incapaci! Incapaci.......
*Rifiuti, la Regione taglia fondi a 159 sindaci
*Le mani della Mafia sui rifiuti Siciliani
*Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia
*I Guai giudiziari di Emma Mercegaglia
*L’altro stipendio di Maroni
*Caso Belpietro. «L’agguato, gli spari, la fuga
*Convocazione Consiglio Comunale 7 ottobre Interrogazioni e Riequilibri Bilanci
*Interrogazione al Sindaco DIONISI geom Vincenzo: Conflitto di Interessi Privacy e U.T.C.
*Interrogazione al Sindaco Autolavaggio CAR WASH D.M.
*ORDINANZA DELL'UTC: Ripristino dello stato dei luoghi a carico di: Lo Bello Silvana e Rallo Alessandro
*Sindaco-Pescatore, dimmi dimmi mio Signor, dimmi che tornerà
*Rifiuti:occhio alla spazzatura, parte differenziata doc
*La ricchezza o la povertà la misuri dai rifiuti prodotti
*Rapporto sulle tecniche di trattamento dei rifiuti
*RACCOLTA DIFFERENZIATA E RICICLO
*Ordinanza Sindacale affidamento Raccolta Rifiuti ditta AL.TA. s.r.l. Zuccarello SICAR
*Comunicato ENAV su Installazione Antenna a Isola delle Femmine
*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere
*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”
*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC
*EX Caserma NATO di Isola delle Femmine in vendita?
*EX Caserma NATO il COMUNE che fà?
*Isola delle Femmine Radr meteo o acquario marino?   
*ISOLA DELLE FEMMINE TRA STORIA E TRADIZIONE
*Federalismo fiscale
*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo  
*SERIT SICILIA S.P.A. profili di illegittimità nella riscossione dei tributi
*COMUNI FISCO PARTECIPAZIONE ACCERTAMENTI RISORSE ECONOMICHE
*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma
*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010
*Italcementi Decreto 693 18 luglio 2008 Autorizzazione Integrata Ambientale
*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"
*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione
*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino
*Onorevole Signor Presidente della Repubblica
*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà
*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?
*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……
*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia
*SENTENZA Malibu Beach s.n.c. nel RICORSO al TAR contro il Comune di Isola delle Femmine
*ASSOLTO ALBERT GIOVANNI DAL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà
*Il Cimitero di Isola delle Femmine
*Portobello: “mi metterò di traverso non farò costruire sull’area del comparto 1…”
*Rifiutiamo i Rifiuti dell'amministrazione
*Rifiuti Regione Comuni Raccolta differenziata Circ 16/09
*Modalità di gestione dei Rifiuti
*LIQUIDAZIONE 2010 A.T.O. PA1

Friday, October 15, 2010

LA LIBERTA' E' partecipazione


ANNOZERO, SANTORO CANTA

'LA LIBERTÀ' DI GABER -VIDEO

 


L'entusiasmo la passione  l'impegno sono VALORI   che vanno oltre il pettegolezzo, l'insulto, la scaramuccia, u curtighiu, la denuncia, la querela...........
Per qualcuno sarà poco ma questa sera sono stato ripagato dei squallidissimi e fuori luogo commenti che arrivano sui blogs, commenti che mostrano odio invidia gelosia  ignoranza....
IO Pino Ciampolillo CREDO ancora che:

LA LIBERTA' E' partecipazione, solidarietà, socialità, confronto, rispetto, accettazione, crescita, armonia....... 

LA LIBERTA' NON E' sopruso, insulto, MAFIA, speculazione Edilizia, sentire  durante la seduta di un Consiglio Comunale  “..se mi denunci ti faccio saltare in aria……”, avere dipendenti comunali che hanno parenti proprietari di beni Immobile che si pressuppongono di provenienza  mafiosa, la dichiarazione di un Sindaco in un consenso consiliare affermare ".... il proprietario del bene confiscato è in intervenuto nella campagna elettorale sostenendo....", irrommpere in una campagna elettorale affermando ".... “Sono disposta a vendere una delle mie ville per ...",  avere eletti parenti condannati per reati di mafia, politici amministratori sindaci assessori che del Bene Pubblico ne fanno un uso ed utilizzo personale di clan o difamigghia.......


LA LIBERTA' NON E' nei Vostri comportamenti

LA LIBERTA' NON E' nelle vostre parole 

LA LIBERTA' NON E' nelle vostre azioni  


Chiedo pubblicamente a chi mi ha accusato ed ancora continua a farlo,  senza avere alcun ritegno e buona educazione, di aver ricevuto qualcosa da questa o  da qualsivoglia amministrazione che lo scriva in questo blog e prometto di pubblicarglielo tra i post e non tra i commenti.




Naturalmente per dare veridicità alla cosa chiedo che il tutto venga fatto non in anonimato (bisogna iniziare ad avere le cosiddette palline ed avere il CORAGGIO L'ETICA e la RESPONSABILITA' del ruolo che si ricopre. Avere il coraggio di rischiare metterci la propria faccia il proprio nome) in quanto non è un pensiero politico il suo ma una accusa bella e buona,cosi peseremmo il suo tornaconto personale con il mio.


Coraggio ci limiteremmo al blog e non ad altre strade(avvocati),le denunce non mi piacciono.


Se qualcuno vuole chiudermi la bocca dovrà solo passare sul mio cadavere.



E' finita con una canzone, come nel 2003, la puntata di Annozero di questa sera. Vauro ha citato La libertà, una delle canzoni più celebri di Giorgio Gaber, nelle sue vignette, per poi trascinare il conduttore Michele Santoro e tutto lo studio, pubblico e ospiti compresi, in una performance molto particolare: anche Formigoni, Bersani, Epifani, Zurlo, Travaglio hanno cantato a squarciagola i famossisimi versi "libertà è partecipazione". Il vignettista ha anche ironizzato sulla scelta del dg Mauro Masi di querelare Il Manifesto che aveva in prima pagina una sua vignetta: «Sono senza contratto e pensavo si fosse dimenticato di me - ha detto -. Invece mi ha querelato, sono commosso». «Così sarai tu a dover pagare lui», ha aggiunto Santoro.

L'ANTEPRIMA "Ho letto che il dg aveva detto che mi avrebbe licenziato in caso di attacchi. Non riuscivo a crederci, mi sembrava impossibile, e infatti è arrivata la smentita. Non ero spaventato, dato che di minacce ne ho avute tante, anche dalla mafia: avrei continuato a fare il mio lavoro, e rendere la Rai più forte. Con i miei collaboratori costruiamo successi, non dobbiamo avere paura di niente". Così Michele Santoro, nell'attesissima anteprima della puntata di stasera di Annozero. "Mi dà fastidio questa situazione, come fosse una situazione di lotta tra me e il dg. Pensare che i dieci giorni di sospensione siano un favore è francamente troppo, se mi avesse licenziato sarebbe stato come vincere alla lotteria. Per me questa sospensione è un'umiliazione. Essere trattato come qualcuno che ha fatto qualcosa di grave o essere cacciato con ignominia, per uno che ha la mia storia, non è una cosa simpatica. C'è una domanda che Freccero ha posto sul Manifesto: come mai Santoro ha lavorato 14 anni senza avere problemi disciplinari, fino al 2001? Cosa è successo dopo il 2001? Perché lui e Biagi sono diventati improvvisamente dei criminali? Quando con Maurizio Costanzo organizzavamo le staffette, le puntate contro la mafia, succedeva di tutto, ma nell'azienda non succedeva nulla".
"Caro Berlusconi, noi non siamo l'opposizione nella televisione, ma siamo il primo programma di informazione: siamo forti, ed è questo il vero problema per lei. Lei nun ce sta. Potremmo anche aver sbagliato, potrei essermi meritato questi dieci giorni di sospensione. E allora andiamo dal giudice, io rispetterò la mia sentenza. La peculiarità di questa punizione è che la sospensione non inizia da domani, ma da lunedì, per far saltare due puntate di Annozero. A questo punto c'è solo una soluzione: l'arbitrato interno. E' una soluzione che non amo, è un sacrificio per me. Io vi chiedo di fare una cosa: voglio che raccogliate una semplice dichiarazione, che si rivolga al presidente Rai e gli dica: 'Io sono un abbonato Rai e non voglio essere punito al posto di Santoro'. Raccogliete in tutta Italia questo tipo di dichiarazioni, vi faremo sapere come fare nei prossimi giorni. Vorrei che voi non perdeste di vista un concetto fondamentale, che è questo: voi avete diritto a non vedere ridotti i vostri cervelli ad un'unica marmellata televisiva. E' importante che voi operai, voi magistrati, voi lavoratori della Rai, vediate rappresentati in onda le cose nelle quali vi potete riconoscere. E' importante che noi facciamo vedere quante persone tengono a noi. Se lo dimostreremo, potremo far vedere che questa non è solo un'anteprima di Annozero, ma l'anteprima di un anno nuovo che sta per cominciare".

BERSANI: PER LA RAI RIFORMA COME PER L'ENEL «Per la Rai serve una riforma come quella che si fece per Enel che prima era un'azienda infiltrata dai partiti e ora è una società con un amministratore delegato che sta sul mercato». Così il segretario Pd Pier Luigi Bersani, ospite di Annozero, ribadisce la proposta del Pd per cambiare la governance della Rai. Bersani ritiene poi urgente «fare una buona legge Antitrust sul sistema di comunicazione, a partire dalla pubblicità, per risolvere il conflitto di interessi» perchè l'attuale «è da cancellare».
«Noi diamo la piena disponibilità ad un discorso costruttivo ma se il governo vuole cominciare a fare qualcosa». Così il segretario Pd Pier Luigi Bersani spiega, ad Annozero, l'atteggiamento del Pd rispetto alla crisi polemizzando con il direttore del 'Sole 24 Orè Gianni Riotta a «non fare un calderone» tra la politica economica del governo e le altre forze politiche.
«Ho apprezzato molto la Marcegaglia a Genova ma era vero anche due anni fa. Già due anni fa eravamo dentro i problemi ed era proibito parlare di crisi. Il modello plebiscitario e populista del 'ghe pensi mì ha bisogno solo di cieli azzurri». Così il segretario Pd Pier Luigi Bersani, ad Annozero, attacca la politica del governo rispetto alla crisi. «Per il governo - ha affermato Bersani - se c'era una nuvola era sempre colpa di un nemico e se c'è un problema spettacolare, come l'Aquila o i rifiuti di Napoli, c'è stato il miracolo di un giorno. Si governa per avere il consenso e non si usa il consenso per governare». È invece necessario cambiare «con uno sforzo comune nel quale chi ha di più deve dare di più perchè qui c'è in gioco in primo luogo il lavoro ed invece si è disarmata la reazione ai problemi».
«Berlusconi non è eterno e noi abbiamo la possibilità di batterlo». È la convinzione espressa dal segretario Pd Pier Luigi Bersani, ospite di Annozero.

EPIFANI: RISCHI DA FIOM? MARONI NON CI HA AVVISATO «Ho trovato un pò strano che il ministro Maroni lanci un allarme senza parlare con gli organizzatori. Se si fa così il sospetto è che ti lavi le mani rispetto ai rischi». Così il segretario generale Cgil Guglielmo Epifani, ad Annozero, commenta l'allarme lanciato dal ministro dell'Interno rispetto alla manifestazione Fiom di sabato. «La nostra intenzione - ha detto Epifani - è di fare una manifestazione grande, pacifica e non violenta e tutti devono concorrere a questa riuscita, anche le forze del governo».

'LODO' SALVA PUNTATA Un ricorso interno per salvare Annozero e un appello al suo pubblico. Michele Santoro ha reagito così alla sospensione di dieci giorni decisa dal dg Mauro Masi. Nell'anteprima della puntata dedicata alla crisi, il conduttore ha spiegato che avrebbe preferito ricorrere al giudice ordinario, per avere una sentenza, ma per ottenere l'immediata sospensione della sanzione ed impedire lo stop di due puntate, è costretto a fare appello al collegio arbitrale. «È una soluzione che non amo e in cambio vi chiedo una cosa - ha detto rivolgendosi agli spettatori -. Raccogliete in ogni casa una dichiarazione per il presidente Rai: 'Sono un abbonato e non voglio essere punito al posto di Santoro'». Il conduttore, annunciando che nei prossimi giorni spiegherà le modalità dell'iniziativa, ha concesso di poter aver commesso uno sbaglio, «ma - ha aggiunto - questa è una punizione umiliante, che non è stata data neanche a chi ha rubato in Rai». Santoro si è anche rivolto al premier Berlusconi: «Noi non siamo l'opposizione della tv, siamo il primo programma di informazione della tv italiana e questo è il motivo per cui lei 'non ce vò sta». Il dg Mauro Masi non ha replicato, ma questa mattina ha reagito ad alcuni articoli di stampa. Sono partite querele nei confronti de L'Unità e de Il Manifesto. Il quotidiano diretto da Norma Rangeri ospitava in apertura proprio la vignetta di uno dei protagonisti del programma di Santoro. Vauro ha raffigurato Masi vestito come un ultrà serbo, con la doppia scritta 'Arrestato l'ultrà serbo che ha fatto sospendere la partita a Marassì e 'Ancora a piede libero l'ultrà servo che ha fatto sospendere Annozero alla Raì. Masi ha anche smentito ipotesi di licenziamento che - ha precisato - è al di fuori delle competenze dirette del dg. Nella maggioranza Fabrizio Cicchitto difende l'operato di Masi, affermando che «non esiste un problema di libertà di stampa, ma di buona educazione». Ma nel Pdl non tutti la pensano come il capogruppo alla Camera. Dopo la difesa di ieri di Niccolò Ghedini, che oggi Maurizio Gasparri ha definito colpito dalla «sindrome di Stoccolma» dopo le sue frequenti partecipazioni al programma, anche Carlo Vizzini boccia la linea del dg. «La sospensione è fuori dal mondo», afferma in trasmissione il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni. L'opposizione si schiera compatta al fianco del conduttore. «La politica della Rai è irresponsabile», affermano Pierluigi Bersani e Francesco Rutelli. La prossima settimana il caso Santoro dovrebbe finire in Commissione di Vigilanza. Non è stato ancora deciso se ci saranno convocazioni. Pancho Pardi dell'Idv chiede che venga sentito Masi, mentre Alessio Butti del Pdl reputa «inutile l'ennesima audizione del direttore generale». Luciano Sardelli di Noi Sud propone, invece, di sentire il conduttore. Davanti a viale Mazzini si è svolta un'altra manifestazione, dopo quella di ieri a sostegno del programma. Questa volta in strada è sceso il movimento Riva destra per appoggiare la decisione del dg.

I COMMENTI IN STUDIO "Un'azienda normale non può autopicconarsi sospendendo una trasmissione per 15 giorni. Sarebbe come se l'Eni punisse un suo ingegnere stoppando l'estrazione del petrolio. Ma questa, si sa, non è un'azienda normale. Non so da dove arrivano questi autolesionismi". Lo ha detto il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, commentando l'editoriale iniziale di Michele Santoro.
Al suo commento sono seguiti quelli di tutti gli altri ospiti della puntata. "Mi sarei limitato ad un cartellino giallo, anziché ad un rosso per due giornate - ha detto il governatore della Lombardia Formigoni - Qui siamo in un campo particolare, si influisce sulla trasmissione, sulle polemiche, sugli influssi politici. Avrei preferito, da abbonato Rai, che non si sospendesse questa trasmissione".
"Ho seguito la Rai per anni da sindacalista, ed è un provvedimento senza capo né coda. In più vorrei aggiungere che attorno a questa trasmissione ci sono tanti precari pagati a puntata, e se non si fa la puntata non prendono nulla. Si colpisce anche qui la parte più debole", ha detto Guglielmo Epifani, segretario generale della Cgil.
"Tante volte mi avete tirato il collo quando ero al Tg1 - esordisce il direttore del Sole 24 Ore, Gianni Riotta - La diversità di stile tra di noi mi rende più credibile nel dire che questa è una vera e propria cavolata. Abbiamo visto una straordinaria intervista, ci sono problemi più grossi, e lo sanno Bersani ed Epifani, e qui sospendono te. Hai la mia affettuosa solidarietà".
Infine, il giornalista Stefano Zurlo del Giornale. "Il vaffa non è mai elegante, le tue scuse sarebbero positive. Ma il tema non è questo, il tema è la libertà di espressione. Del resto anche io mi sarei aspettato più solidarietà dopo che il direttore del mio giornale, Sallusti, è stato perquisito in mutande in piena notte. Questo è un tema decisivo".




http://www.leggo.it/articolo.php?id=85114&sez=ITALIA

Wednesday, October 13, 2010

Due ispettori dell'assessorato Territorio Ambiente Regione Sicilia, in mattinata hanno fatto VISITA all'Ufficio Tecnico Comunale di Isola delle Femmine



*Ci Chiami "Zoccole"

*Ciao Sarah e un Ciao alle tante altre.............

*Rifiutiamo i Rifiuti dell'amministrazione

*A quando la differenziata? Bugiardoni! Bugiardoni! Bugiardoni! Incapaci! Incapaci.......

*Rifiuti, la Regione taglia fondi a 159 sindaci

*Le mani della Mafia sui rifiuti Siciliani

*Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia

*I Guai giudiziari di Emma Mercegaglia

*L’altro stipendio di Maroni

*Caso Belpietro. «L’agguato, gli spari, la fuga

*Convocazione Consiglio Comunale 7 ottobre Interrogazioni e Riequilibri Bilanci

*Interrogazione al Sindaco DIONISI geom Vincenzo: Conflitto di Interessi Privacy e U.T.C.

*Interrogazione al Sindaco Autolavaggio CAR WASH D.M.

*ORDINANZA DELL'UTC: Ripristino dello stato dei luoghi a carico di: Lo Bello Silvana e Rallo Alessandro

*Sindaco-Pescatore, dimmi dimmi mio Signor, dimmi che tornerà

*Rifiuti:occhio alla spazzatura, parte differenziata doc

*La ricchezza o la povertà la misuri dai rifiuti prodotti

*Rapporto sulle tecniche di trattamento dei rifiuti

*RACCOLTA DIFFERENZIATA E RICICLO

*Comunicato ENAV su Installazione Antenna a Isola delle Femmine

*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere

*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”

*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC

*EX Caserma NATO di Isola delle Femmine in vendita?

*EX Caserma NATO il COMUNE che fà?

*Isola delle Femmine Radr meteo o acquario marino?   

*ISOLA DELLE FEMMINE TRA STORIA E TRADIZIONE

*Federalismo fiscale

*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo  

*SERIT SICILIA S.P.A. profili di illegittimità nella riscossione dei tributi

*COMUNI FISCO PARTECIPAZIONE ACCERTAMENTI RISORSE ECONOMICHE

*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma

*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010

*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"

*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione

*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino

*Onorevole Signor Presidente della Repubblica

*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà

*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?

*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……

*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia

*SENTENZA Malibu Beach s.n.c. nel RICORSO al TAR contro il Comune di Isola delle Femmine

*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà

*Il Cimitero di Isola delle Femmine

*Rifiutiamo i Rifiuti dell'amministrazione

Sunday, October 10, 2010

Ciao Sarah e un Ciao alle tante altre.............



C’era tanta folla ad assistere al funerale della Sarah la sensazione che se ne ricava nello sguardo emozionato delle tantissime persone presenti:

NON DIMENTICHEREMO MAI!




Per colpa della gente che  ormai  non ha rispetto  più per nessuno,  che Sarah e le tante Sarah non hanno potuto vivere la PROPRIA VITA. Non hanno potuto esplorare le meraviglie del mondo, il formarsi di un'arcobaleno, vivere il mistero dell'amore......




Ora che il COLPEVOLE orco assassino è stato assicurato alle patrie galere,  ora...... ora cosa sarà? e gli altri colpevoli?


Il silenzio?



Il tacere?



La paura ?




La mancanza di comunicazione in famiglia?




La vergogna?



Il falso perbenismo?



…………..



Il parroco nell’orazione funebre: A te solo Signore la giustizia, a noi la vergogna sul volto.


Si cerca il Corpo di Sara nel casolare di Avetrana

Friday, October 08, 2010

Due ispettori dell'assessorato Territorio Ambiente Regione Sicilia, in mattinata hanno fatto VISITA all'Ufficio Tecnico Comunale di Isola delle Femmine



*Rifiuti, la Regione taglia fondi a 159 sindaci

*I Guai giudiziari di Emma Mercegaglia

*L’altro stipendio di Maroni

*Caso Belpietro. «L’agguato, gli spari, la fuga

*Convocazione Consiglio Comunale 7 ottobre Interrogazioni e Riequilibri Bilanci

*Interrogazione al Sindaco DIONISI geom Vincenzo: Conflitto di Interessi Privacy e U.T.C.

*Interrogazione al Sindaco Autolavaggio CAR WASH D.M.

*ORDINANZA DELL'UTC: Ripristino dello stato dei luoghi a carico di: Lo Bello Silvana e Rallo Alessandro

*Sindaco-Pescatore, dimmi dimmi mio Signor, dimmi che tornerà

*Rifiuti:occhio alla spazzatura, parte differenziata doc

*Comunicato ENAV su Installazione Antenna a Isola delle Femmine

*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere

*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”

*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC

*EX Caserma NATO di Isola delle Femmine in vendita?

*EX Caserma NATO il COMUNE che fà?

*Isola delle Femmine Radr meteo o acquario marino?   

*ISOLA DELLE FEMMINE TRA STORIA E TRADIZIONE

*Federalismo fiscale

*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo  

*SERIT SICILIA S.P.A. profili di illegittimità nella riscossione dei tributi

*COMUNI FISCO PARTECIPAZIONE ACCERTAMENTI RISORSE ECONOMICHE

*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma

*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010

*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"

*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione

*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino

*Onorevole Signor Presidente della Repubblica

*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà

*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?

*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……

*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia

*SENTENZA Malibu Beach s.n.c. nel RICORSO al TAR contro il Comune di Isola delle Femmine

*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà

*Il Cimitero di Isola delle Femmine

Saturday, October 02, 2010

Comunicato ENAV su Installazione Antenna a Isola delle Femmine



ENAV: SU INSTALLAZIONE IMPIANTO WIND-SHEAR AEROPORTO DI PALERMO


"PIENA CONDIVISIONE CON ENAC"




In merito agli esiti dei lavori della Commissione nominata dalla Presidenza della Regione Sicilia a proposito della possibile installazione di un sistema radar denominato "Antenna wind-shear", ENAV concorda sull’iniziativa preannunciata dal Presidente dell’Enac, Vito Riggio, di chiedere un parere urgente all’Istituto Superiore della Sanità, quale ennesima e prudenziale misura a tutela della salute dei cittadini.
La Società, inoltre, rappresenta quanto segue. ENAV, avviò nel lontano 2004, in collaborazione con la Società di Gestione dell’Aeroporto di Palermo GESAP e con il pieno appoggio dell’Enac, un programma di possibile implementazione della già adeguata dotazione meteo dello Scalo di Punta Raisi, attraverso l’installazione di più sistemi integrati fra loro (radar meteo, rilevatori di vento, ecc) per la rilevazione del fenomeno meteo del wind-shear. Si tratta, come è stato più volte ribadito, di un programma assolutamente sperimentale, in quanto una soluzione generale e definitiva al fenomeno erratico del wind-shear non è stata ancora individuata a livello internazionale.
Nell’ambito di tale programma, ENAV, nell’esercizio delle proprie competenze e supportata dai migliori specialisti del settore, individuò nel Comune di Isola delle Femmine il sito idoneo dove posizionare la relativa antenna.
In tutti questi anni numerosi rallentamenti di carattere amministrativo, del tutto estranei alla volontà di ENAV e di Enac, hanno determinato un sostanziale blocco del programma, soprattutto a causa delle vibrate proteste della comunità e dell’amministrazione locale del Comune di Isola delle Femmine. Ciò, nonostante l’ottenimento da parte di ENAV di ogni parere ed autorizzazione prescritto in materia dalla normativa vigente, e nonostante che, nel corso delle numerose riunioni e conferenze di servizi, siano stati interessati tutti gli enti e le istituzioni anche territoriali; ivi comprese la Regione Sicilia e l’Arpa che sinora non avevano fornito pareri negativi in proposito.
ENAV ed Enac, anche in adesione alla raccomandazione espressa dalla Agenzia Nazionale di Sicurezza al Volo e venendo incontro agli auspici di tutta la comunità aeronautica, hanno fortemente richiesto di poter superare ogni ostacolo, onde provvedere alla più celere installazione dell’antenna nel sito già individuato come il più idoneo. In ciò supportati anche dalla decisione del TAR Sicilia del 6 novembre 2009, che, con ordinanza, si è pronunciato negativamente sul ricorso del Comune di Isola delle Femmine, rigettando la richiesta di sospensiva ed affermando fra l’altro che "non emerge, allo stato, l’esistenza di un effettivo pericolo per la salute dovuta all’installazione del radar, mentre risulta notorio il pericolo per la sicurezza dei voli da fenomeni di wind-shear".
Solo a dicembre 2009 la Presidenza della Regione Sicilia ha ritenuto di istituire una Commissione d’inchiesta e l’ARPA, nei successivi mesi, di emettere un parere in argomento. Solo l’altro ieri la Commissione ha reso note le proprie valutazioni sfavorevoli al progetto.
ENAV, nell’apprendere ora gli esiti dei lavori della Commissione regionale, non può che riservarsi di valutare approfonditamente le considerazioni rilasciate, dopo tanti anni dall’avvio del progetto, dalla stessa Commissione e dall’ARPA, esprimendo rammarico per l’ulteriore protrarsi della non emerge, allo stato, l’esistenza di un effettivo pericolo per la salute dovuta all’installazione del radar, mentre risulta notorio il pericolo per la sicurezza dei voli da fenomeni di wind-shear".
Solo a dicembre 2009 la Presidenza della Regione Sicilia ha ritenuto di istituire una Commissione d’inchiesta e l’ARPA, nei successivi mesi, di emettere un parere in argomento. Solo l’altro ieri la Commissione ha reso note le proprie valutazioni sfavorevoli al progetto.
ENAV, nell’apprendere ora gli esiti dei lavori della Commissione regionale, non può che riservarsi di valutare approfonditamente le considerazioni rilasciate, dopo tanti anni dall’avvio del progetto, dalla stessa Commissione e dall’ARPA, esprimendo rammarico per l’ulteriore protrarsi della vicenda, anche in considerazione dell’immediata disponibilità a procedere all’installazione del sistema radar, già in possesso della Società.
All’esito delle sopra citate valutazioni sui lavori commissariali e dell’esame del parere dell’Istituto Superiore della Sanità, ENAV deciderà con Enac in quale sito del territorio nazionale procedere all’installazione del sistema radar integrato per l’importante sperimentazione in questione.
ENAV ritiene, in definitiva, di aver profuso ogni possibile impegno per la positiva conclusione della vicenda nello scrupoloso rispetto di ogni normativa tecnica ed a presidio della salute pubblica, e comunica la propria disponibilità a fare altrettanto anche nelle prossime settimane, venendo incontro a tutte le ulteriori esigenze di approfondimento e/o chiarimento delle istituzioni e delle comunità locali, purché le stesse risultino realmente fondate e non oltremodo defatiganti e dilatorie.


Roma, 1° ottobre 2010




Con i Si i ma... forse...può darsi...vediamo... più tardi...
Caro "Sindaco" con questi comportamenti si perde in


AUTOREVOLEZZA con la conseguenza di vedersi annullare


gli SPAZI di contrattazione e QUINDI: un Presidente


Vito Riggio di turno  le dà


"scacco matto"


Ci ha mai pensato, Signor Portobello? Se la Sua risposta


è NO, Le conviene imparare a giocare a scacchi.




Manifestazione Cittadina organizzata Coordinamento “No Radar a Isola delle Femmine”
TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE SEDE PALERMO
Num. Reg. Gen.: 1765/2009
Data Dep.: 22/10/2009
Sezione: 3
Oggetto del ricorso: AUTORIZZAZIONE IN VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE PER LA REALIZZAZIONE DI UN RADAR
Istanza di fissazione:
Istanza di prelievo: NO
Ricorrenti:
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Resistenti:
ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO AMBIENTE
CONSIGLIO REGIONALE DELL’URBANISTICA
DIRIGENTE GENERALE DELL’ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE
ENAV SPA
Avvocati
Nome: GIUSEPPE Cognome: SPINELLI
AVVOCATURA DISTRETTUALE PA
Nome: SAVERIO Cognome: LO MONACO
Atti Depositati
Deposito 05/11/2009 Parte ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO AMBIENTE
Atto Depositato ATTO > DI COSTITUZIONE
Deposito 30/10/2009 Parte ENAV SPA
Atto Depositato MEMORIA > DI COSTITUZIONE
Deposito 22/10/2009 Parte COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Atto Depositato DOMANDA > FISSAZIONE UDIENZA
Deposito 22/10/2009 Parte COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Atto Depositato RICORSO
Provvedimenti
Esito RESPINGE Tipologia ORDINANZA SOSPENSIVA
Data Provvedimento 09/11/2009 Numero 200901038
Decreti
Nessun decreto
Udienze Data fiss. udienza: 06/11/2009
Tipologia udienza: CAMERA DI CONSIGLIO
Relatore: FEDERICA CABRINI
Tipologia del relatore: CONSIGLIERE
Tipologia componente: PRESIDENTE
Terzo componente: MARIA CAPPELLANO
Tipologia componente: REFERENDARIO

N. 01038/2009 REG.ORD.SOSP.
N. 01765/2009 REG.RIC.          
REPUBBLICA ITALIANA
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia
(Sezione Terza) ha pronunciato la presente
ORDINANZA
sul ricorso numero di registro generale 1765 del 2009, proposto dal Comune di Isola delle Femmine, in persona del Sindaco pro tempore, rappresentato e difeso dall’avv. Saverio Lo Monaco, presso il cui studio, sito in Palermo, via dei Biscottari, n. 17, è elettivamente domiciliato;
contro
•               l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente della Regione Siciliana, in persona dell’Assessore pro tempore, rappresentato e difeso ope legis dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo, presso i cui Uffici, siti in Palermo, via A. De Gasperi, n. 81, è domiciliato ex lege;
- il Dirigente Generale dell’Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana, non costituito in giudizio;
- il Consiglio Regionale dell’Urbanistica, in persona del legale rappresentante pro tempore, non costituito in giudizio;
nei confronti di
Enav s.p.a., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dagli avv.ti Azzurra Alimonti e Giuseppe Pinelli ed elettivamente domiciliata presso lo studio del secondo, sito in Palermo, Piazza Virgilio, n. 4;
per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia:
•               del decreto dirigenziale n. 364/DRU del 7/5/2009 con il quale è stato autorizzato in variante allo strumento urbanistico vigente nel Comune di Isola delle Femmine, il progetto per l’istallazione di un impianto radar meteo presso il sito della Marina Militare Italiana;
•               del parere del Consiglio Regionale dell’Urbanistica reso con il voto n. 144 del 18/3/2009;
•               di ogni altro atto presupposto, connesso o conseguente;
VISTO il ricorso introduttivo del giudizio;
VISTA la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato;
VISTO l’atto di costituzione in giudizio dell’ENAV s.p.a. e dell’Assessorato Territorio ed Ambiente;
UDITO il Relatore, Cons. Federica Cabrini, ed uditi altresì i difensori delle parti presenti, come da verbale;
VISTO l’art. 21 l. 1034/1971;
RILEVATO che, ad un sommario esame proprio della fase cautelare, il ricorso non appare assistito da sufficiente fumus boni iuris tenuto conto:
•               del disposto di cui all’art. 1 l.r. n. 5/08 laddove per “ammodernamento e potenziamento” di opere strettamente funzionali alla sicurezza dei voli possono intendersi anche “nuove opere”;
•               della mancata tempestiva impugnazione del provvedimento dell’Assessorato Territorio e Ambiente 2/8/2006, prot. n. 50148, con la quale si è ritenuta la non necessità di procedere alla valutazione di incidenza ambientale;
RITENUTO peraltro che dalla documentazione in atti non emerge, allo stato, l’esistenza di un effettivo pericolo per la salute derivante dall’installazione del radar, mentre risulta notorio il pericolo per la sicurezza dei voli derivante dai fenomeni di wind shear, per cui - tenuto conto anche del bilanciamento dei contrapposti interessi - va respinta la domanda di sospensione dell’esecuzione sopra descritta.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia, Sezione Terza, respinge la domanda di sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti impugnati con il ricorso in epigrafe indicato.
Spese al definitivo.
La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.
Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 6 novembre 2009 con l’intervento dei Magistrati:
Calogero Adamo, Presidente
Federica Cabrini, Consigliere, Estensore
Maria Cappellano, Referendario
DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 09/11/2009



Agosto 2005 Antenna a Isola delle Femmine
L’impianto doveva essere completato nel dicembre 2007
Vedi a pag 9 del





*Comunicato ENAV su Installazione Antenna a Isola delle Femmine

*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere

*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”

*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC

*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma

*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010

*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"

*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione

*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino

*Onorevole Signor Presidente della Repubblica

*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà

*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?

*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……

*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia

*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà

*Il Cimitero di Isola delle Femmine



*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere

*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”

*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC

*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma

*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010

*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"

*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione

*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino

*Onorevole Signor Presidente della Repubblica

*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà

*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?

*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……

*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia

*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà

*Il Cimitero di Isola delle Femmine
*ISOLA DELLE FEMMINE: Non ci resta che piangere

*ANTENNA RADAR DICHIARAZIONE DEL GRUPPO “RINASCITA ISOLANA”

*IL Comitato NO radar a Isola delle Femmine chiede la convocazione URGENTE del CC

*Con due cuori dentro È nata la bimba della donna in coma

*“In questa terra c’è bisogno di coraggio”  Manifestazione Reggio Calabria 25 sett. 2010

*BENVENUTI IN PARADISO 24 SETTEMBRE 2010 "La passeggiata"

*NO ALL'ANTENNA KILLER A ISOLA DELLE FEMMINE Sicurezza Prevenzione Precauzione

*NO ALL'ANTENNA A ISOLA Incidente Aereo all'aeroporto Falcone/Borsellino

*Onorevole Signor Presidente della Repubblica

*Condannato per diffamazione il dirigente regionale Salvatore Anzà

*La patacca dei Caraibi: ora chi risponde?

*BENVENUTI IN PARADISO oggi domani ieri e……

*Formato il quarto governo LOMBARDO in Sicilia

*Aiello Rubino Romeo Via Falcone Via Sciascia Viale Italia Via Kennedy Via Sciascia Via Libertà

*Il Cimitero di Isola delle Femmine